Nel 2014 abbiamo garantito la scuola per pił di 25.000 bambini e bambine

[9/2/2015]

Insieme all’alimentazione e alla salute, l’educazione è uno dei diritti fondamentali dell’infanzia. Se non viene garantito, le possibilità di miglioramento e di sviluppo per un popolo sono esigue e limitate.
 
Nel corso del 2014 ci siamo molto impegnati per fare in modo che oltre 25.000 bambini e bambine potessero frequentare la scuola primaria. Il nostro obiettivo è combattere l’abbandono scolastico che colpisce soprattutto le zone rurali di paesi come il Nicaragua, la Bolivia ed il Perù. In India e Cambogia, i bambini hanno difficoltà ad accedere alla scuola primaria perché gli istituti sono lontani e  le famiglia non sono in grado di sostenere le spese scolastiche. I bambini abbandonano così gli studi ed iniziano a lavorare in età molto giovane per supportare economicamente la loro famiglia.
 
In Cambogia, nella zona rurale di Treing, il nostro programma di scolarizzazione aiuta circa 3.500 bambini e bambine della scuola primaria. Il miglioramento delle infrastrutture delle 27 scuole con cui collaboriamo e lo scambio di esperienze pedagogiche che supportano gli insegnanti, hanno migliorato gli indici di frequenza scolastica così come il numero di iscrizioni.
 
Questi risultati incoraggianti ci spingono a proseguire nel nostro lavoro di sostegno alle comunità più povere, incentivandole e spronandole a partecipare attivamente al processo di sviluppo.
 
Nel 2014 i nostri programmi di educazione, salute, sicurezza alimentare, sviluppo e difesa dei diritti umani hanno coinvolto circa 92.000 bambini e bambine del Guatemala, Nicaragua, Colombia, Bolivia, Perù, Costa d’Avorio, India, Cambogia e Nepal.